Socotra, il paradiso di Allah

in viaggio con pacam70 in Yemen
torna alla mappa

Questo racconto è il proseguimento di “In Yemen con Mohammed”.
Dopo aver trascorso tre bellissime settimane girando gran parte dello Yemen, atterriamo a Socotra con un volo interno da Sana’a.
L’isola si trova nell’oceano indiano a circa 500 km a sud-est della terraferma, appartiene allo Yemen, ma morfologicamente è molto diversa, lunga 142 km e larga 40 con una superficie di circa 3650kmq si riserva l’appellativo di paradiso endemico.
Le montagne raggiungono i 1500 mt, con gole profonde, molte sono le grotte ancora inesplorate, la vegetazione è particolare e unica al mondo, il mare è cristallino con spiagge bianchissime e alte dune, delfini, tartarughe e pesci tropicali sono i protagonisti di questi fondali.
Qui la natura ha dato il meglio di sé: ogni albero, pianta, roccia o animale è in perfetta simbiosi, tanto da apparire come un giardino dell’Eden.
Sull’isola è presente il Socotra Conservation and Development Programme (SCDP) a difesa e tutela del patrimonio naturale, sono molti i ricercatori che vengono qui per studiare la sua particolare vegetazione endemica.
L’isola di Socotra è talmente bella, incontaminata, con aree naturalistiche d’incomparabile bellezza, tanto, da poter essere definita l’ultimo paradiso per i naturalisti.
Fortunatamente il turismo non è molto, si può girare a bordo di un 4x4 dormendo nelle aree prestabilite per il campeggio e facendo qualche sosta intermedia nella capitale Hadibu.Ancora un reportage dalla meravigliosa isola del Mare Arabico

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook