Villasimius, paradiso per gli amanti del mare

in viaggio con Luplay in Italia
torna alla mappa

In Italia abbiamo la fortuna di avere molti tratti di costa con mare pulito ed affascinante. Basti pensare alle coste del Salento, a quelle della Calabria vicino a Capo Vaticano, a quelle della Sicilia ed in particolar modo delle sue isole, ma il mare della Sardegna rimane un’altra cosa. Conosco molta gente che non è dello stesso avviso, ma forse non ha visitato l’arcipelago della Maddalena, La Pelosa, Cala Mariolu e Cala Sisine, Chia e Villasimius.
Questa volta voglio parlare del mio ultimo viaggio in terra sarda, una settimana sul mare di Villasimius. Arrivarci non è poi così facile a meno che non si viaggi in aereo (poi però occorre noleggiare l’auto) oppure si arrivi in traghetto a Cagliari. Per il problema del caro traghetti, dopo aver trovato una buona offerta sul Civitavecchia Olbia, mi sono sobbarcato 17 ore di viaggio complessivo (traghetto compreso) dalle Marche a Villasimius.
C’è però da tener conto, cosa che non ho fatto all’andata, che la nuova SS125 è completamente diversa da quella che avevo percorso diversi anni fa per cui è decisamente più comodo non passare da Cagliari per arrivare a Villasimius. Da Villasimius, al ritorno, mi sono diretto verso la Costa Rei e dopo aver imboccato la nuova SS125 si percorre tutta (il primo tratto è una superstrada) fino alla deviazione per Lanusei. Si sale a Lanusei e per un tratto qui si trova una strada davvero tortuosa e scomoda, ma poi la strada si raddrizza e si arriva a Nuoro con una discreta comodità. Da Nuoro si riprende la Carlo Felice e si arriva ad Olbia il tutto in 3 ore e mezzo rispettando tutti i limiti.

In cucina

* Agriturismo agli Ulivi - Localita' San Pietro 09040 - Castiadas (CA) tel: 070.995027
http://www.agriturismo-gli-ulivi.com/agriturismo-sardegna.htm
L'agriturismo pur trovandosi nel comune di Castiadas si raggiunge in pochissimi km da Villasimius (5 minuti di strada) in direzione Costa Rei. Imboccando una deviazione sulla destra la strada si inerpica fino ad arrivare al parcheggio dell'agriturismo dove si gode un panorama eccezionale. Da lì si arriva sulla terrazza dove alle 20.30 inizia la cena con un tavolo per gli ospiti della struttura (ritengo una mezza pensione) ed altri per quelli occasionali come noi.
Arrivati alle 20 ci viene offerto un calice di bianco per ingannare l'attesa. Poi alle 20.30 puntualissimi iniziano gli antipasti con diversi formaggi, salumi olive, verdure grigliate ecc.
Per primo vengono proposti i Culurgiones una specie di raviolo con ripieno di un pure di patate conditi con sugo di pomodoro (il ripieno non è il mio preferito, ma il piatto era davvero buono ed è piaciuto in particolare al più piccolo).
Di secondo una superba grigliata con pomodorini come contorno.
Ottimo il vino rosso che ci è stato servito a volontà, così come l'acqua minerale.
Porzioni da combattenti della tavola che se riusciranno a trovare spazio potranno gustare anche dei dolcetti sardi.
Si conclude con caffè ed ammazzacaffè (nel mio caso ho scelto il mirto).
Conto finale 83 euro in 4 (2 adulti e 2 bambini) che sono diventati 86 per le due bibite in lattina consumate dai piccoli.
Sicuramente un posto da consigliare per i numerosi turisti che come noi amano quella zona. La prenotazione è vivamente consigliata.
* Trattoria del Mare - Localita' Marongiu Zona industriale Villasimius tel: 070.792088
http://casedimare.it/la-trattoria-del-mare.html
La location è davvero straordinaria si mangia all'aperto sotto immensi carrubi in un locale fuori dal centro dalle parti della zona industriale. Qui finiscono le note positive.
E' pur vero che siamo andati in occasione di una cena con una comitiva con un menu concordato, ma anche se si concorda un prezzo da gruppo la qualità non può mancare.
Discreti gli antipasti, con una predilezione per le alici, pessimi i primi con delle arselle al pomodoro (con un sapore di conserva di qualità medio bassa) e delle pennette tolte dall'acqua decisamente troppo tardi che sapevano esclusivamente di peperoncino.
Servizio più scenografico che efficiente. Forse in questo ristorante sarà necessario rivedere qualcosa.

Da non perdere

Alloggio in Villasimius in villettina privata con vista mare. Esistono molte offerte in rete ed i prezzi non sono poi così alti per una vacanza di sicuro relax in un ambiente decisamente più confortevole di quello di alcuni hotel.
La prima cosa che appare alla vista arrivando in una costa della Sardegna, oltre alla bellezza del mare, è la valutazione dell’impatto ambientale delle costruzioni sul paesaggio circostante. Al contrario di altre località, in Sardegna tutte le costruzioni sono mimetizzate nel paesaggio, le altezze sono vincolanti (e non si sgarra), i materiali da usare sono rigorosamente scelti dalle Amministrazioni Pubbliche e l’abusivismo e quasi del tutto assente. Poi l’attenzione alla natura si vede con il ciclo di raccolta dei rifiuti. C’è un rigoroso porta a porta con nessun cassettone sulla strada e con il ritiro in giorni stabiliti dell’umido, della carta, della plastica e del vetro. Poi c’è comunque l’isola ecologica, vicino al centro in direzione Costa Rei, dove ogni giorno si può portare qualsiasi rifiuto. Risultato ottenuto: una città pulita e priva di cattivi odori (la settimana scorsa ero a Gallipoli e la situazione era diametralmente opposta).
Prima di arrivare a Villasimius è consigliabile fare il pieno alla vostra automobile dato che i prezzi dell’unico distributore presente sono decisamente sopra la media.
Certo la città, pur avendo alcune discoteche, non ha una grossa vita notturna e non offre poi molto per completare una giornata di mare. Ma a Villasimius si va per il mare, per il divertimento ci sono altre località da scegliere.
E proprio il mare è il punto forte della cittadina. In una settimana ho cambiato 7 spiagge diverse, una meglio dell’altra.
C’è la spiaggia ampia e di sabbia bianca, c’è la spiaggia di sassi, c’è lo scoglio, ci sono le baie incantevoli, c’è la vicina enorme distesa di sabbia di Costa Rei.
Volendo fare una classifica dei posti di mare più belli al vertice c’è sicuramente la baia di Punta Molentis. Arrivarci non è molto semplice. Si oltrepassa l’abitato di Villasimius costeggiando sempre il mare in direzione della litoranea per Costa Rei; in pratica si passa nelle vicinanze dello stadio e si prosegue la strada per circa un chilometro e mezzo dopo l’ultima uscita per la città. A questo punto si incontra il primo tornante sulla strada nel quale vi è l’indicazione per l’Hotel Oleandro. Si imbocca la strada non asfaltata e si gira immediatamente sulla destra si passa sotto il ponte della strada e si prosegue per oltre un km fino ad arrivare ad un ampio parcheggio (ampio se si arriva prima delle 10 dato che dopo sarà pieno di macchine). Si lascia la macchina e in poche centinaia di metri si arriva all’incantevole baia di sabbia bianca. Prima di arrivare alla baia sulla destra si costeggia una spiaggia di sassi e poi si arriva a Punta Molentis dove si ha una parte di spiaggia libera ed una parte attrezzata. Nell’estremità della spiaggia un punto di ristoro, mentre prima di arrivare si trovano un paio di camioncini con veranda attrezzati a bar ristoro.
La spiaggia è incantevole racchiusa da rocce di granito levigate dal vento. L’acqua è di una trasparenza unica anche lontano dalla costa e dai colori eccezionali legati al granito.
La spiaggia attrezzata ha prezzi decisamente abbordabili (25 euro in prima fila a luglio per un ombrellone e due lettini) ed offre anche la possibilità di noleggiare un paio di pedalò. Molto gentile il personale dello stabilimento che per i bagni si appoggia all’adiacente punto di ristoro.
Nella spiaggia libera per trovare la sabbia soffice occorre andare nella parte retrostante dato che vicino al bagnasciuga la sabbia è umida, ma se arrivate presto tale soluzione non è consigliabile per evitare di dover fare lo slalom tra i teli quando la spiaggia si riempie.
La spiaggia, come detto, è bellissima. L’acqua è bassa e trasparente ed è quindi adatta anche ai bambini piccoli. Sui lati ci sono gli scogli per cui è anche un paradiso per gli amanti dello snorkeling con la possibilità di avvistare una moltitudine di pesci di vari colori e misure.
I punti di ristoro non sono poi economicissimi e per questo la gran parte delle persone arriva con il proprio frigo portatile.
In definitiva un paradiso terrestre per chi come me arriva presto (prima delle 10) al mare, dopo il posto rimane bello, ma le posizioni migliori sono già state occupate.
Per le altre spiagge che ho visitato abbiamo:
* LA SPIAGGIA DI CAMPUS
La spiaggia di Campus è lunga, ampia e di sabbia dorata. E’ la prima che si trova all’ingresso del paese (prima del km 34) nei pressi dell’Hotel Cormoran. Ci sono due parcheggi di cui il primo molto spazioso e comodo, mentre il secondo più vicino alla spiaggia ospita poche auto. Dietro al parcheggio, dall’altra parte della strada un complesso residenziale con villette, tra cui quella in cui alloggiavo. Nelle vicinanze anche una piccola chiesetta dove la domenica mattina viene celebrata la messa all’aperto.
Anche in questa spiaggia l’acqua è di una trasparenza unica, mentre alle spalle si trova un ampio spazio con acqua stagnante per nulla invitante. Proseguendo, dopo aver superato un piccolo promontorio di scogli si raggiunge la spiaggetta di Cuccureddus davvero molto bella.
* LA SPIAGGIA DI CAMPU LONGU
Proseguendo oltre alla spiaggetta di Cuccureddus si incontra la spiaggia di Campo Longu alla quale si accede dalla prima deviazione per Villasimius che si trova sulla strada. La spiaggia è lunga e non larga ed ha alle spalle una zona residenziale con villette. Anche questa spiaggia è molto bella, però è un po’ più scomoda delle altre.
* LA SPIAGGIA DI SIMIUS
È ovviamente la più conosciuta e la più affollata delle spiagge della cittadina. Si trova proprio in fondo al paese proseguendo per la via del Mare. Volendo ci si arriva anche a piedi dal paese, ma è decisamente una bella camminata.
Il primo parcheggio è a pagamento con il custode (5 euro al giorno) il secondo, quello più vicino alla spiaggia, a detta di una signora del posto ora è diventato gratuito (i cartelli in realtà non dicono questo). Io mi sono fidato e mi è andata bene, ma consiglio di verificare prima di incorrere in salatissime sanzioni.
La spiaggia è abbastanza ampia, di sabbia bianca e di una sofficità unica, sembra di camminare sul borotalco. La spiaggia ha tratti attrezzati ed altri liberi ed è abbastanza ampia da garantire spazio anche nei periodi di maggiore affollamento.
Ad un centinaio di metri dalla riva (in prossimità delle boe rosse in corrispondenza del primo balneare sulla sinistra guardando il mare) in una secca alcuni pesci tropicali hanno trovato il loro habitat ideale. Si tratta dei cosiddetti pesci balestra e la zona è raggiungibile con una delle tante barche che offrono servizi turistici o ancor meglio con un pedalò. Non è comunque difficile trovare la zona visto l’affollamento di imbarcazioni che c’è in quel tratto di mare. Fare un bagno in quella secca è come tuffarsi in un acquario tropicale: un vero paradiso per gli appassionati dello snorkeling.
* CALA GIUNCO, LA SPIAGGIA DEI DUE MARI
Di fatto costituisce la prosecuzione, sulla destra, della spiaggia di Simius. La spiaggia ha la stessa consistenza, colore e fascino.
Per arrivare bisogna oltrepassare il porto turistico ed imboccare la strada sulla sinistra pre porto Giungo. La strada poi diventa di terra ed arriva ad un parcheggio dove è possibile trovare un po’ d’ombra nella pineta.
Il nome dei Due Mari deriva dal grande stagno di Notteri che si trova alle spalle della spiaggia con la presenza di un discreto numero di fenicotteri.
La spiaggia anche in questo caso si divide in zona attrezzata e in zona libera. La spiaggia attrezzata ha prezzi troppo elevati, neppure lontanamente paragonabili a quelli di Punta Molentis (almeno quelli che mi hanno chiesto per un ombrellone e due lettini in prima fila).
La parte più bella della spiaggia e la baia alla sua estremità destra guardando il mare. Una piccola baia dove dal mare vengono fuori bolle ritengo di acqua solfurea (per l’odore) che ha solo il difetto di essere troppo piccola rispetto alla gente che vorrebbe andarci.
* LA SPIAGGIA DEL RISO
E’ stata l’unica delusione. La tipica caratteristica dei sassi della spiaggia (da qui il nome) non è più così visibile come un tempo.
* COSTA REI
In pochi chilometri si arriva anche alla Costa Rei con la zona di Cala Sinzias con spiagge ampie ed attrezzate ed ad alcune spettacolari baie nei pressi di Capoferrato.

Curiosità 

COSA COMPRARE
Con un capiente frigo portatile la prima cosa da consigliare sarebbe il maialino sardo. E’ una prelibatezza unica, introvabile nel continente.
Considerato che sarà praticamente impossibile portarsi il maialino, non si può ripartire dalla Sardegna senza acquistare qualche confezione di ottimo mirto di bacche e di foglie.
L’indirizzo giusto per acquistare il mirto è
Bresca Dorada srl 09043 Muravera (CA) - Loc. Cann'e Frau tel: +39 0709949163 fax: +39 0709949219. http://www.brescadorada.it/
L’azienda si trova ad una ventina di minuti da Villasimius. Proseguendo in direzione Costa Rei si imbocca per pochi km la nuova strada statale 125 da percorrere sino alla seconda uscita di Castiadas (ad Olia Speciosa). Una volta usciti dalla statale svoltare a destra e proseguire sulla provinciale 20, in direzione San Priamo, sino a trovare sulla destra (al Km.28,600) un bivio segnalato per Bresca Dorada e proseguire seguendo i cartelli per qualche chilometro.
Diversi i prodotti acquistabili dai liquori alle marmellate con una nota di merito per il mirto di foglie ed anche per quello di bacche.

Di spiaggia in spiaggia, la Sardegna non tradisce mai!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook