Ritorno in Portogallo (già pensando al prossimo...)

in viaggio con Robinia in Portogallo
torna alla mappa

Clicca QUI per vedere tutte le foto e leggere questo e altri diari di viaggio sul sito di Robinia.

NESSUN VIAGGIO È DEFINITIVO
La felicità, che il lettore lo sappia, ha molte facce. Viaggiare, probabilmente, è una di queste. Affidi i fiori a chi sappia badarvi, e incominci. O ricominci. Nessun viaggio è definitivo.
[José Saramago, "Viaggio in Portogallo"]

La Viaggiatrice lo aveva promesso: quel saluto di quattro anni fa, rivolto ai milioni di piastrelle, tegole e galletti, era soltanto un arrivederci. Josè Saramago nel frattempo è passato a miglior vita, ma poiché le parole degli scrittori non scompaiono con chi le ha scritte, nessuno vieta alla Viaggiatrice di continuare a considerarlo – come se niente fosse – il faro che le indica la rotta.
Il viaggio incomincia da Porto, appollaiata sulla riva settentrionale del Douro, a cinque chilometri dalla foce. Giusto per ricordare alla Viaggiatrice che questo Paese si affaccia sul mare, ma non su un mare qualsiasi: sull'oceano, quell'Atlantico da dove partirono i primi esploratori del nuovo mondo (e i portoghesi, all'epoca, erano in prima fila).
Non si può pretendere troppo dall'oceano. Non ci si può certo aspettare l'aria calda che invita al bagno e l'acqua tiepida e calma. No, l'estate oceanica rende felici parecchio i surfisti e tutti quelli che del vento godono per sport; non certo i bagnanti abituati al clima mediterraneo, o peggio, tropicale. Ma rende felice la Viaggiatrice, che dell'afa mediterranea è, a dire il vero, un po' stufa.Un viaggio in totale libertà in terra lusitana, fra bellezze decantate e (soprattutto) continue scoperte!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook